Incontro del Vescovo Marco con chi svolge il ministero del lettore

La sera di giovedì 30 novembre il vescovo Marco ha incontrato nella chiesa di Sant’Orsola i fedeli che svolgono il ministero del lettore nelle parrocchie di Mantova.
L’incontro è iniziato con una riflessione del vescovo su quanto narrato nel Libro del profeta Geremia, a proposito del senso delle azioni del Signore nei confronti del suo popolo. Dio non scarta nulla del suo lavoro, ed è sempre pronto a dare una nuova possibilità a ciò che sembra perduto. Perché agli occhi del Signore nulla è privo di significato, ogni cosa contribuisce ad un bene più grande.
Uno spunto prezioso per ragionare sul senso del servizio che svolgono i lettori: niente è superfluo nella liturgia, neanche i dettagli. Dunque, l’annuncio della Parola all’assemblea richiede metodo e certi accorgimenti, non per “ingessare” la funzione (rischio a cui occorre porre attenzione sempre) ma per restituirne la sacramentalità.

La Scrittura non è un qualunque testo letterario, non basta saper leggere bene, e il lettore non parla per sé.
Per queste ragioni il vescovo Marco esorta le comunità ad organizzare formazioni per i lettori. Senza dubbio occorre formazione spirituale: per approfondire, meditare ed accogliere in se stessi la Parola nella propria vita, rendendo testimonianza a Gesù. Accanto a questo occorre anche una formazione liturgica per valorizzare adeguatamente la sacralità della Parola. Quindi una formazione che permetta di apprendere e allenare diversi aspetti liturgici, alcuni dei quali sono stati ricordati dal vescovo.
Si citano ad esempio il linguaggio del corpo utilizzato, l’uso della processione introitale, l’attenzione alla collocazione dell’ambone e l’importanza del decoro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *